Il “cuore da eroe” del donatore altruista dà una seconda possibilità di vita a un bambino di 2 anni malato

Wyatt Lowe della contea di Bedford, Virginia, ha dovuto affrontare sfide di salute inimmaginabili fin dalla nascita, tra cui malattie cardiache congenite e molteplici interventi chirurgici.

Sua madre, Katie Lowe, ha condiviso il suo viaggio sulla pagina Facebook “Warriors for Baby Wyatt”.

In estate, le condizioni di Wyatt sono peggiorate, rendendo necessaria la dialisi a causa di insufficienza cardiaca. L’unica speranza era un trapianto di cuore e la famiglia Lowe attendeva con ansia un miracolo.

Le loro preghiere hanno ricevuto risposta una sera, quando hanno ricevuto la chiamata per un donatore di cuore per Wyatt.

La mattina successiva, Wyatt è stato sottoposto ad un intervento chirurgico con successo per ricevere il suo nuovo “cuore da eroe”.

Katie, sopraffatta dall’emozione, ha espresso gratitudine su Facebook, riconoscendo l’atto altruistico della famiglia donatrice nel momento del dolore.

Dopo il trapianto, le condizioni di Wyatt hanno mostrato un miglioramento.

Gli è stata tolta la dialisi e viene gradualmente svezzato dalla ventilazione e dai liquidi.

Nonostante le sfide in corso, la prognosi di Wyatt è positiva e porta speranza alla sua famiglia.

Katie Lowe apprezza profondamente la famiglia dei donatori di organi, riconoscendo il profondo dono della vita conferito a Wyatt.

Ha espresso sincera gratitudine, promettendo di onorare l’eroe del donatore che è Wyatt.

Questa storia riflette l’impatto trasformativo della donazione di organi, evidenziando la resilienza e la speranza che derivano da una seconda possibilità di vita per un ragazzo coraggioso e la sua famiglia.

Valuta l'articolo
Angolo Informazioni
Aggiungi un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Il “cuore da eroe” del donatore altruista dà una seconda possibilità di vita a un bambino di 2 anni malato
I medici staccano il supporto vitale mentre la famiglia dice addio al neonato, ma poi lui inizia a respirare