Era piccolo come un chiodo quando l’ho scoperto per terra mentre camminava attraverso la foresta

Una donna che camminava attraverso la foresta si è imbattuta in una minuscola creatura che credeva fosse persa.

Non avendo idea di cosa potesse essere, ha deciso di portarlo con sé perché sapeva che non avrebbe potuto sopravvivere da solo a causa delle sue dimensioni.

Quello che non sapeva era che la minuscola creatura era in realtà uno zuccherino codarossa. Poiché non sapeva cosa fare, l’ha portato in un santuario dove è cresciuto ed è diventato un vero tesoro.

Il cucciolo è stato chiamato Boop e gli  fornito molto amore e cure prima di essere rilasciato di nuovo nella natura.

Lo zuccherino codarossa è il più piccolo marsupiale planante al mondo, così chiamato per la sua coda lunga a forma di piuma.

Secondo Wildlife Queensland, queste creature hanno un corpo delle dimensioni di un topo con pelliccia grigio-bruna sul dorso e un ventre bianco.

La coda distintiva è simile a una penna, priva di peli ad eccezione di una frangia di peli rigidi lungo i lati che assomigliano a una piuma.

Tra le zampe anteriori e posteriori hanno pieghe di pelle che si distendono quando planano, e di solito planano per 14 metri.

Le loro piccole zampe assomigliano a quelle di una rana, con la differenza che hanno peli invece di squame, e i grandi cuscinetti sulle dita,

che presentano solchi dentellati sotto, gli consentono di arrampicarsi praticamente ovunque.

Gli zuccherini codarossa sono onnivori che si nutrono di polline, semi, melata, nettare, semi ed insetti. La loro lingua è lunga e simile a una spazzola per aiutarli a catturare il cibo.

Il polline si attacca alla loro pelliccia e lo mangiano successivamente, una volta che hanno finito di consumare il resto del cibo che trovano.

La patria di queste simpatiche creature è l’Australia. Sono principalmente presenti lungo la costa orientale nel Queensland, Nuovo Galles del Sud, Victoria e Australia Meridionale.

Gli zuccherini codarossa di solito costruiscono la loro casa nelle foreste, nelle foreste pluviali e nei boschi, ma non è insolito trovarli anche nei parchi e persino nei giardini delle persone.

Nel caso di quest’ultimo, si insediano solitamente all’interno di cabine telefoniche o nei tetti delle case. Una cosa è certa, questi animali sono davvero unici.

Valuta l'articolo
Angolo Informazioni
Aggiungi un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Era piccolo come un chiodo quando l’ho scoperto per terra mentre camminava attraverso la foresta
L’eroe ufficiale salva la vita di una neonata di 9 giorni al lato dell’autostrada: un caso straordinario