Il ragazzo di 7 anni accoltellato dal proprio padre viene adottato dal vice che è intervenuto all’omicidio

“Io sono al sicuro, sono amato e faccio parte di questa famiglia” è un mantra che Ronnie O’Neal IV ripeterà per tutta la sua vita.

I suoi genitori adottivi, Michael e Danyel Blair, lo hanno accolto nelle loro vite dopo che aveva vissuto un crimine orribile commesso dal suo stesso padre.

Il padre di Ronnie, anche conosciuto come Ronnie O’Neal III, ha ucciso la sua fidanzata e sua figlia e ha cercato di uccidere lui.

Ma nella notte della tragedia, un angelo custode è apparso sotto forma di un soccorritore che ha dato a quel piccolo ragazzo una seconda possibilità di vita.

Il processo di Ronnie O’Neal III, iniziato il 18 marzo del 2018, ha affascinato la nazione. Mike Blair ha risposto a una scena del crimine a Riverview.

Durante il processo, in cui Ronnie O’Neal III era il proprio avvocato, ha persino avuto il coraggio di chiedere a suo figlio Ronnie come lo avesse ferito?

Il ragazzo ha risposto: “Mi hai accoltellato”. È stato dichiarato colpevole di omicidio.

Ronnie ricorda la sua defunta madre e sua sorella e ha detto che sua madre era una persona gentile e che sua sorella e lui facevano molte cose insieme.

Quando Mike Blair ha incontrato Ronnie in ospedale, gli ha preso la mano e gli ha chiesto se avrebbe guardato un film insieme.

Mike sapeva di dover parlare con sua moglie quella notte, che avevano pianificato come una serata romantica.

Ha chiesto a sua moglie Danyel Blair se potevano andare a vedere un film con il giovane ragazzo invece di trascorrere una serata romantica.

Danyel ha detto che sapeva già di voler portare il ragazzo a casa,

ma non è accaduto quella notte e ci è voluto del tempo fino a quando non hanno ricevuto una chiamata chiedendo se conoscessero qualcuno che volesse prendersi cura di Ronnie.

Erano in macchina di fronte alla chiesa quando hanno ricevuto la chiamata dal custode,

Danyel aveva pregato per questo momento, affinché Dio ammorbidisse il cuore di Michael e lui dicesse che avevano un posto a cui Ronnie apparteneva.

Ora Ronnie ha una nuova famiglia e 5 fratelli che lo hanno accettato nelle loro vite ed è diventato più di una casa per Ronnie, perché ora è la sua casa e hanno persino un mantra familiare:

“Sono al sicuro, sono amato e faccio parte di questa famiglia”.

I Blair hanno 5 figli loro, che hanno incoraggiato il padre a portare Ronnie in casa e nelle loro vite.

Valuta l'articolo
Angolo Informazioni
Aggiungi un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Il ragazzo di 7 anni accoltellato dal proprio padre viene adottato dal vice che è intervenuto all’omicidio
Questo bambino con la sindrome di Down è adorato da milioni dopo aver sorpreso la mamma adottiva con il suo “nuovo sorriso”